Casa " Le nuove terapie secondo Dietmar Krämer

NUOVE TERAPIE CON I FIORI DI BACH SECONDO DIETMAR KRÄMER

Il metodo Dietmar Krämer

Il dottor Edward Bach non è stato in grado di ampliare o perfezionare il suo lavoro. Chi lo ha fatto e lo fa tuttora è Dietmar Krämer, un guaritore tedesco. Grazie alle sue vaste conoscenze, ha approfondito il metodo di guarigione del dottor Bach. Ha sviluppato un metodo in cui è possibile scrostare i problemi strato per strato, fino ad arrivare al problema di fondo più profondo. Quanto segue dà già un'idea di come le nuove terapie di Dietmar Krämer si colleghino all'opera originale del dott. Bach.

Domanda: Per quanto tempo bisogna applicare le essenze prima di ottenere un risultato?

Sono possibili molte risposte a questa domanda. Per una situazione acuta si può, ad esempio, mettere 2 gocce di Walnut in un bicchiere d'acqua e bere a piccoli sorsi. In questo caso si ottengono risultati. Se, invece, si tratta di un problema che si protrae da molto tempo, è necessario conoscere molti più dettagli per poter determinare quali rimedi sono adatti a quella persona.


La figura 1 rappresenta un'altalena in equilibrio. Con essa indichiamo l'equilibrio che simboleggia il nostro stato naturale. Questo equilibrio ci permette di assorbire correttamente tutte le lezioni e le esperienze che ci vengono proposte nel corso della vita. Superando con successo queste situazioni, possiamo continuare a svilupparci. Tuttavia, non tutti riusciamo ad adempiere a tutti i nostri doveri senza che qualche lotta o deviazione ci rallenti o ci induca in errore.


Nella figura 2 c'è una persona altamente qualificata che ama il suo lavoro. Un giorno, però, ha la sensazione che il suo lavoro diventi per lui un fardello più pesante di quello che ha realizzato. In questa fase, non si tratta ancora di un problema radicato. È necessario un leggero aggiustamento per ripristinare l'equilibrio. Tuttavia, se non fa nulla per ritrovare l'equilibrio, la sensazione di non riuscire a farcela prenderà piede. A quel punto si verifica un effetto palla di neve: va ad esempio a dubitare delle proprie capacità, mentre prima era pieno di fiducia. Questo può portare a ogni sorta di altri stati d'animo negativi.


Fig. 3. Se questo scivolamento continua, alla fine - dopo un periodo che va da 1 a forse 20 anni - scoprirà di aver perso completamente l'equilibrio. (Fig. 4). Il suo problema si è radicato così saldamente che è pesantemente appesantito da tensioni, preoccupazioni e paure. Questo si riflette nel fatto che crolla fisicamente. A seconda di quale sia il suo punto debole dal punto di vista fisico, la sua sensazione di malessere sarà aggravata dall'insorgere di problemi di stomaco, respiratori, ecc. Se ha la fortuna di essere in condizioni così buone da non soffrire di questo tipo di disturbi, probabilmente crollerà mentalmente (posizione D).


FIG. 4 Conclusione: Il tempo necessario affinché le essenze abbiano un effetto positivo dipende dalla posizione in cui la persona in questione si trova sul pendio. È chiaro che se si tratta della posizione A, non cambierà nulla nell'equilibrio dell'altalena. È proprio questa la risposta se si lavora con le essenze secondo le nuove terapie di Dietmar Krämer.

Visto Mastercard American Express Diners Club Scoprire
linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram